Archivi del mese: marzo 2013

Anche se qui si gela.

im-gonna-need-like-3-gallons-of-nair

Categorie: Imagine | Lascia un commento

Imperfetto.

Io e te non siamo mai stati un vero noi, ma le nostre storie si sono scontrate con una tale ferocia da farle confondere in un profilo unico.
Io e te abbiamo avuto notti tremende, inverni magnifici, tramonti attraversati di netto da rabbia e canzoni.
Io e te siamo, da sempre, un segreto che si nasconde in bella vista, dove tutti lo possono vedere, ma nessuno potrà mai decifrarlo.

Categorie: Beyond | Lascia un commento

Piccole cose.

La giornata è iniziata senza febbre e con un sorriso assonnato ad osservarmi tra le lenzuola.
Ho il comodino invaso da antibiotici, termometro, antipiretici e bicchieri pieni di cubetti di ghiaccio, ma fuori c’è un sole piacevole, ancora un po’ freddo, che fa sembrare più sereno il paesaggio, anche in casa.
“Siamo persone migliori quando non dobbiamo lavorare!”, gli dico, mentre cucina ballando in modo buffo, per farmi ridere.
Ho vecchi telefilm da guardare e nuove canzoni da ascoltare, mentre progetti di cambiamenti imminenti fanno la fila davanti alla porta delle mie priorità.
Vorrei che oggi fosse già Domani, quello con la lettera maiuscola, con la data tutta diversa e le coordinate nuove, ma forse va bene anche così.
Con Gabrielle che, come una di famiglia, sta crescendo e mi regala emozioni nuove; M. che torna a casa e mi porta un libro di Jane Austen, senza un perché; la voce di mio padre che ride, al telefono; i capelli al lampone; la Primavera che si affaccia a fatica e non mi dispiace…

“…maybe I’m the one to blame…”

Categorie: Imagine, Ordinary li(f)e, Somebody told me | Lascia un commento

Ora conoscete perfino il mio nome, uhm.

Stavolta ho fatto tutto da sola, senza l’intervento di improbabili editori, di cui non conservo affatto un buon ricordo.
Stavolta ho solo fatto un lungo copiaincolla, trasformando la carta umida d’inchiostro in pagine virtuali.
Stavolta ho preso briciole, istantanee, ricordi e stralci di preistoria.
Stavolta ho fatto finta che fosse poesia, non prosa.
Stavolta ho messo un punto all’adolescenza. Oltre questo, proprio non si va.

prova cover

Categorie: Beyond, Imagine, Ordinary li(f)e | 15 commenti

Duemilaotto.

Partiamo: io, te, una chitarra e tante penne colorate.
Scappiamo dallo statico divenire niente che prova a soffocarci, guidiamo verso l’oltre, il per sempre, il mai più.
Quando mi guardi so per certo che non ho bisogno d’altro per sentirmi viva.
Sarò la tua libertà, ti insegnerò a ferire il suolo anche quando sei tu a cadere.
Andiamo via da tutto, così sarà più semplice restare.

Categorie: Beyond | 1 commento

Perché non c’è molto da fare, al mercoledì sera.

Sì, ecco, non ho trovato proprio tutti tutti i colori, ma più o meno ci siamo, direi.
Alcuni sembrano molto simili, ma solo perché le foto non rendono.
Inoltre sono piuttosto poser, s’è notato?

dyeme!

1: Dark Red.
2: Black.
3: Flamingo Pink.
4: Brunette. (Al naturale, insomma.)
5: Strawberry Blonde.
6: Out of the Blue.
7: Orange.
8: Pure Red.
9: Raspberry.

Categorie: Imagine, Ordinary li(f)e | 11 commenti

“She’s a rainbow.”

Passare da questo:

 

DSCF5345

… a questo:

 

DSCF5389

…è stato un attimo.

Ora c’è solo da capire cosa ne farò delle ciocche arancioni-blu-verdine rimaste qua e là, nella fretta.

Un giorno tornerò a scrivere cose sensate su questo blog, lo giuro.
E ringrazierò anche chi di dovere per i numerosi “premi popolari” (cit. Claudiappì) ricevuti nelle ultime settimane, ché magari sarebbe pure ora.
Ma per oggi voglio mantenere un clima in stile chiacchieredasupermercato, così magari la vita sembrerà leggera, per un po’.

Quasi quasi potrei postare una foto di ogni mio passato colore di capelli, mettere su un sondaggio ed affidare a voi incauti lettori il destino della mia povera testa maltrattata… uhm…

Ok, adesso anche basta, buonecose.

Categorie: Imagine, Ordinary li(f)e, Somebody told me | 9 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.