“1001 modi di rovinarsi l’umore inutilmente”, edizioni Povera Italia.

La lista delle cose che dovrei fare invece di starmene qui a scrivere questo post si allunga ogni minuto di più e il male di vivere che avverto quando ci penso allarga la sua ombra minacciando di inghiottirmi.
Ad esempio dovrei studiare tre pezzi da provare con la nuova possibile-forse-chissà-vedremo-quasi-band, ma più che tenerli in sottofondo a ripetizione da una mezz’ora non ho fatto.
Che poi sono stata io a cercare loro, a sbattermi perché volevo ricominciare e blah blah blah, ma adesso che la cosa potrebbe diventare reale mi tiro indietro e me ne frego.
Story of my life.
Sta succedendo esattamente lo stesso con il famoso Nuovo Lavoro Serio che rincorro da quasi un anno, che ho sognato, desiderato ed immaginato fino a quando non mi hanno detto “Ok, sei assunta”, ossia il momento in cui la follia ha fatto capolino, gettandomi nel panico e suggerendomi che in realtà non me ne frega niente e nella vita voglio fare la kebabbara.
Per dirne una, ho già deciso che le mie nuove colleghe (viste una sola volta in vita mia, per un’ora circa.) non mi piacciono, che mi odiano, che non lavoreremo mai bene insieme e che scopriranno in tempo zero quanto io sia incompetente.
Lo so che la mia tendenza ad autosabotarmi è un’autodifesa, una resistenza al cambiamento e tutte quelle cose sensate che dicono tutti, LO SO.
Ma resta il fatto che continuo a farlo, sistematicamente, in ogni benedetto ambito della mia vita, dall’uscita con gli amici alla sfera professionale, e la cosa mi provoca ansie inutili, disturbi fisici di varia natura e un simpatico aspetto da malata terminale.
E pensare che c’è perfino chi mi crede una persona solare e spensierata…!

Annunci
Categorie: io dico solo, Ordinary li(f)e | 6 commenti

Navigazione articolo

6 pensieri su ““1001 modi di rovinarsi l’umore inutilmente”, edizioni Povera Italia.

  1. Firesidechats21

    OPPURE sei tu che scoprirai quanto le tue colleghe sono incompetenti.

    O magari andrà tutto bene e diventerete amichette da pomeriggi tè e pasticcini ai quali oo gnuna porterà il proprio gatto e li vestirete in modo buffo per fare una recita in teatro e fare tanti soldi e comprare tutti i pasticcini del mondo! *__* Ok ho finito, scusa.

    • Ahahahahahahah, ma sarebbe meraviglioso! XD
      (Solo che le colleghe in questione mi sembrano tutte molto più vecchie di me – E NON PROVARE A FARE COMMENTI SULLA MIA ETA’!!! -, quindi ho qualche dubbio riguardo l’amicizia fuori dal lavoro, uhm… Ma tutto può essere, dai, cerchiamo di fare pensieri positivi.

  2. ecco…. Mi ci trovo al 1000% …. quelli che “quando ci arrivi, ti senti soffocare” e vorresti mandare tutto al diavolo. E’ sicuramente un’autodifesa, ma c’è, altrettanto sicuramente, che noti subito qualcosa che non ti piace, che non ti soddisfa, che non faceva parte del sogno/progetto tanto sofferto.
    E che si fa, a questo punto?

    • Immagino che si debba provare comunque a dare una possibilità alla nuova situazione, per conoscerla meglio, più a fondo, per capire se quella sensazione iniziale sia giustificata da cose reali o se sia solo figlia della paura del nuovo.
      Il guaio è proprio il quadro che ci facciamo nella nostra testa. Su tutte le cose e spesso sulle persone.
      Raramente coinciderà con quello reale e la cosa ci lascerà eternamente insoddisfatti.

  3. Pensa che ho appena mandato il cv per fare il fattorino in bici XD

What d'you think about this?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: