Day 9 – Set fire to the rain!

Ero seduta accanto al finestrino a seguire i percorsi scomposti delle gocce di pioggia, pensando a come avrei potuto raccontare tutta la poesia che ho incontrato oggi.
Avrei scritto della Tate Modern, col suo labirinto di stanze colme di Arte, di quella che in molti guardano con scherno per poi dire “Beh, l’avrei potuto fare anche io!“, ma il punto è che non l’hanno fatto e questo dice già molto della differenza tra un pincopallino ed un Artista, ecco.
Perché se piazzi uno specchio in mezzo ad una galleria piena di quadri, rendendo opere d’arte tutti i passanti, anche solo per un istante protagonisti, capolavori… stai pur certo che i visitatori ricorderanno esattamente quel momento, quello specchio, quella precisa opera che è opera a tutti gli effetti.
Avrei provato a spiegare, a fatica, quanto può essere perfetta Londra nel suo vestito grigio, fumoso, umido.
Che poi nell’immaginario collettivo lei è sempre così, ma vi assicuro che non è proprio vero e quando lo diventa sul serio è sempre magico.
Ci avrei provato, ma forse avrei fallito, perché il modo in cui la pioggia la rende intima, più vicina, bella da far male, è sempre stato indescrivibile, per me.

Ma poi sono tornata a casa ed ho deciso di farmi un toast, per cena.
LA TRAGEDIA!
Il tempo di accendere il tostapane ed allontanarmi in attesa dello scatto automatico, ed ecco che un rivolo di fumo è riuscito a farsi strada fino al rilevatore sul soffitto, azionando l’allarme antincendio!
Allarme di cui non mi sono resa conto subito, ché io vengo da case meno tecnologiche, mica ci faccio caso a certe cose!
Quando ho realizzato la cosa, pochi secondi dopo, ormai era troppo tardi… out of the blue, una squadra di vigili del fuoco si è materializzata davanti alla porta di casa, battendo forte i pugni chiedendo di entrare.
Presa dal panico, ho impiegato non so neppure quanto ad aprire tutte le duemila serrature che avevo già chiuso a chiave per la notte, accogliendo i poverini (giovani e gentili, devo dire) con aria colpevole e spiegando la situazione.
Forse non mi hanno capita del tutto, forse non mi hanno creduta del tutto, fatto sta che hanno chiesto di poter controllare, così li ho fatti entrare e gli ho addirittura mostrato la fetta di pane carbonizzata, per la serie “no, non mi stavo drogando come probabilmente avrete pensato”.
Guardandomi con compassione mentre continuavo a scusarmi a profusione, mi hanno consigliato di aprire tutte le finestre (maddai?? Devo essergli sembrata proprio un’idiota.) per poi congedarsi.
Dopo aver premuto tutti i pulsanti a caso, sono riuscita a bloccare l’allarme e sono rimasta in mezzo al gelo a mangiare quel maledetto toast che ormai era pure freddo e disgustoso, indossando la giacca per non beccarmi anche una polmonite.

Temo di essere appena diventata lo zimbello del vicinato, ollé!

IL MOMENTO FELICE: ritrovarmi a sorridere inconsapevolmente, quasi zuppa di pioggia.

Annunci
Categorie: Ordinary li(f)e, TheLondonAdventures | Tag: | 8 commenti

Navigazione articolo

8 pensieri su “Day 9 – Set fire to the rain!

  1. Beh, la leggenda narra che fu un fornaio ad inziare il grande fuoco di Londra…

    A proposito del Great Fire, ti consiglio di andare al Museum of London di Barbican, museo sottovalutato a mio avviso; c’è un bellissimo plastico della Londra del 1600 e un minifilmato di come prese fuoco tutta la città in una notte! 😀

    • Ci sono stata qualche giorno fa, mi è piaciuto molto! 🙂
      Ogni volta che sono stata a Londra da turista non sono riuscita a visitarlo, così stavolta mi sono impuntata e ci sono stata appena ho potuto.
      In effetti ho subito pensato al panettiere, quando è successo il fattaccio, ahahahah, potevo passare alla storia per il secondo grande incendio, pensa! XD

  2. firesidechats21

    Ahahahah, cioè, sei lì da pochi giorni e già mi dai fuoco all’Inghilterra?

  3. Leggere di Londra sotto la pioggia mentre seduta per terra sotto la veranda sbircio le gocce illuminare le foglie del giardino, mi sento un po’ lì. Il potere della pioggia che a volte qualcosa di buono la fa.
    Buonagiornata!!

What d'you think about this?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: