Bianchino.

Oggi sarebbe il compleanno di mio nonno, quello paterno.
Solo che lui è venuto a mancare un po’ di anni fa, quindi dubito che possa festeggiarlo. O almeno non in modo tradizionale.
Ho un mucchio di ricordi sparsi, riguardo mio nonno. Alcuni reali, molti altri inconsistenti, pilotati dai racconti di chi lo ha conosciuto molto meglio di me.
Ricordo bene il modo in cui guardava la TV stando in piedi e rispondendo per le rime al politico di turno intento a fare chissà quale discorsone trito e ritrito.
Ricordo il suo modo buffo di rispondere al telefono, senza mai dire “pronto”, ma sfoggiando esclamazioni improbabili come “eccomi qua!”.
Ricordo il suo binocolo, che a me piaceva tanto; la sua macchina da scrivere, che a me piaceva tantissimo.
Ma la cosa più importante che mi abbia lasciato è senza dubbio Bianchino.
Bianchino è un orsetto di pezza di una ventina di centimetri o poco più, con vispi occhi castani, il pelo (un tempo) bianco e le zampette in colori pastello.
Sotto la zampa posteriore sinistra, è cucita una chiave di violino che, tantissimi anni fa, poteva riprodurre una qualche canzoncina, se premuta.
Mio nonno mi ha regalato Bianchino quando sono nata, quindi lui è con me letteralmente da tutta la vita.
In quasi tutte le foto della mia infanzia, lui c’è.
Nel passeggino, accanto alla casa di Barbie di mia sorella, sullo sfondo in mezzo ad altri giochi.
Ho sempre dormito abbracciandolo, l’ho sempre considerato la prima cosa da salvare in caso d’incendio, c’è sempre stato.
Nel corso degli anni, ha subito diverse operazioni da parte di mia madre che si è improvvisata chirurgo di pupazzi per estrarre le batterie scariche dalla sua zampa musicale, per ricucirgli un buco alla base della testa, per svuotarlo, lavarlo, stendere il suo involucro e rimettere tutto al proprio posto… e così via.
E’ malconcio, ma pur sempre il mio Bianchino, e non fatico ad ammettere che sia uno degli oggetti che più mi rendono emotiva.
Mi ha seguita in tutte le mie case ed ha dormito in tutti i miei letti, sempre.
E’ per questo che sto vivendo come uno strano campanello d’allarme, il pensiero che mi è spuntato addosso stamattina.

Ho pensato che, forse, stavolta non dovrei portarlo con me, a Londra.
Stavo cercando di capire come far entrare la vita che mi serve in un paio di valigie ed ho iniziato ad aver paura.
Mi sono detta che non potrei mai metterlo in stiva, perché il mio bagaglio potrebbe andare perso e non potrei sopportare l’idea di non rivederlo.
Potrei semplicemente optare per il portarlo con me in cabina, ma mi si è inceppato qualche meccanismo, perché a quel punto ho formulato una frase nuova, per me: “Magari lo lascio qui.”.
Non si tratta di un pupazzo, né dell’abitudine di dormire abbracciando qualcosa.
Lasciare qui Bianchino sarebbe come accettare un cambiamento epocale, CONCRETO.
Come staccare Linus dalla sua copertina e vederlo camminare allo scoperto, senza alcun riparo.
Lasciare qui Bianchino sarebbe come dire che poi tornerò, alla fine…

Annunci
Categorie: Beyond, Ordinary li(f)e | 7 commenti

Navigazione articolo

7 pensieri su “Bianchino.

  1. firesidechats21

    Secondo me dovresti portarlo, invece. C’è sempre stato, ti ha seguito ovunque. E dove sarai, forse, aiuterà a lenire la nostalgia di casa 🙂

    • Ho il terrore di perderlo, giuro, è un pensiero irrazionale che mi si è conficcato in testa!

      • firesidechats21

        No ma ti capisco benissimo, credimi! Anche io vivo di simboli! *-*

      • Devo trovare una soluzione, devooo!!!

      • firesidechats21

        Porta con te un po’ del cotone di Bianchino! Trovando il modo per metterlo in un braccialetto o in una collana (:

      • Ma io… non l’ho mai operato, non sono un chirurgo di pupazzi come mia madre!

      • firesidechats21

        Puoi farcela, devi solo ricordare l’addestramento. Non c’è altro modo, questa è la guerra Jack! *scene da Apocalypse Now*

What d'you think about this?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: