Troppo presto.

image

È una settimana di sveglia che oscilla tra 6.30 e 6.15, senza possibilità di salvezza.
Una settimana orribile, insomma, non so se ne uscirò illesa.
La mia faccia è questa, ma un po’ ho camuffato le occhiaie, per non spaventare i minorenni.
In treno, ogni giorno, vedo solo ed esclusivamente ombre, relitti umani, disastri ambulanti, a quest’ora.
Non uno che sia fresco, sereno, riposato.
Lavoratori, studenti, tutti preferirebbero trovarsi a casa propria, sotto le coperte.
E allora mi chiedo, da sempre… ma chi diavolo ha deciso che uffici, negozi, scuole debbano aprire così dannatamente presto, al mattino?
Se TUTTI noi siamo disfatti a livelli vergognosi, a quest’ora, quanto possiamo essere produttivi?
Se TUTTI noi vorremmo dormire un po’ di più, perché non cambiare semplicemente le regole invece di trascinarci per il mondo come zombies di un film di quart’ordine?
Tutti a parte i pensionati, ok.
Ma allora che vadano loro, a lavorare presto, così la pensione ce la godiamo noi.

Annunci
Categorie: Imagine, Ordinary li(f)e | Lascia un commento

Navigazione articolo

What d'you think about this?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: