Please, don’t.

Non pensi mai che possa succedere a te o a chi ti sta intorno.
Sono cose da film strappalacrime, storie tristi che senti raccontare in cassa al supermercato.
A te non succederà mai, figuriamoci alla tua famiglia, ai tuoi amici.
Al massimo al vicino di casa, ecco.
Invece succede.
Succede e ti lascia un senso d’afa nell’anima, sotto ai vestiti, sotto alla pelle, ancor più a fondo delle ossa.
Ti senti l’afa dentro, in un punto di te impossibile da ventilare, da rendere fresco, da far sedere in mezzo al vento, per riprendersi.
Puoi solo bruciare, come i boschi sfortunati in piena estate, quelli di cui parlano al tg ogni anno.
Succede lì, vicinissimo ai tuoi piedi, ma non riesci quasi ad allungarti per tendere una mano, perché la paura ti si è seduta addosso e ti mangia i ricordi con gusto, ingrassando a vista d’occhio.

Non riesco a muovermi, ora. Non posso.
Ma, per favore, non farlo neppure tu.
Resta lì, esattamente dove sei.
Almeno finché saremo pronti.

Annunci
Categorie: Beyond | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Please, don’t.

  1. 😦
    dov’è il tasto dislike??

What d'you think about this?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: