Sunday, CLOUDY Sunday.

La cosa più stancante del passare il pomeriggio a fare shopping in un centro commerciale è tornare a casa senza acquisti… perché, chiaramente, solo io potevo dimenticare il portafogli a casa e continuare a vagare comunque tra i negozi, per non rendere vano il viaggio fino al centro commerciale.
Che io sia maledetta.
E’ stata una domenica grigissima, fredda e lunga, che già considero finita nonostante il giovane orario, se penso che domani dovrò alzarmi alle 6.30.
C’erano talmente tante nuvole da confondersi in un’unica immensa trapunta pesante, perfetto soffitto al paesaggio che, veloce, sta cambiando.
Mentre lavavo i denti, stamattina, ho preso le forbici e mi sono esibita in uno dei miei improbabili spettacoli da parrucchiera improvvisata.
Insomma adesso ho la frangia.
Non di quelle cortissime, che io trovo orribili, né di quelle fitte fitte, drittissime, immobili.
Una frangia facilmente scostabile, spettinata, forse difficile da chiamare frangia.
Approfittando del clima, ho indossato il mio ultimo acquisto direttamente dal reparto-bambini-e-ragazzi di non so più quale negozio da quattro soldi.
Avevo provato questa felpa “13-14 anni” e mi stava benissimo, ma poi ho optato per quella “15-16 anni” per avere un’aria un po’ più grunge. (Leggi: per nascondere meglio la panZa.)
Sono orgogliosa di essere una nana anche per queste cose!
Ma, cambiando argomento, voi avete mai assaggiato una roba che si chiama RACLETTE? (Almeno credo che si scriva così.)
Ecco, data la mia infinita ignoranza, io non ne avevo mai sentito parlare prima di oggi, quando mi sono ritrovata di fronte a questo pranzo alternativo a casa di parenti di M., ed è stata una bella sorpresa, devo dire.
Anche se mi ero ripromessa di smetterla con i latticini, per dare tregua al mio povero organismo, che proprio non li tollera più.
Sigh. Sob. Chettraggedia! T_T
La cosa particolare del pomeriggio pre-shopping-nullo è stata la simulazione di una sparatoria da parte della Croce Rossa.
Saranno stati gli ormoni, ma mi ha alquanto agitata tutto ciò.
Uhm… che altro dire? (Per rendere ulteriormente inutile questo post, intendo.)
Apprezzo ed adoro tutti i vostri suggerimenti riguardo la scelta del nome per il nuovo morbidino in arrivo!
Intanto, qui in casa, sono saltati fuori anche:

  • Moser (come alterego di Morgan… chi guarda DEXTER capirà!)
  • Anakin
  • Willis oppure Bruce

Ma passiamo alle cose serie!
Senza ulteriori indugi, ladies and gentlemen, ecco a voi la seconda traccia della mia FALLing Playlist.
Godetevela. (La canzone e anche la bella faccia di Paolo.)

Annunci
Categorie: Imagine, Ordinary li(f)e | Lascia un commento

Navigazione articolo

What d'you think about this?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: